ULTIMI POST

mercoledì 24 maggio 2017

VAL D'AGRI, DICHIARAZIONI SHOCK

VAL D'AGRI, DICHIARAZIONE SHOCK DELL'#ENI: DAI SERBATOI DEL COVA POTREBBERO ESSERCI STATE ALTRE PERDITE DI #PETROLIO E NON CE NE SIAMO ACCORTI

di Piernicola Pedicini M5S 

Ennesima riprova dell'irresponsabilità e delle colpe dell'Eni rispetto al disastro ambientale in Val d'Agri provocato dalle estrazioni petrolifere.
Ieri, durante l'audizione del Cane a sei zampe nella Commissione parlamentare ecomafie, i rappresentanti della multinazionale del petrolio hanno dichiarato che dai serbatoi del Cova di Viggiano potrebbero già esserci state altre fuoriuscite di petrolio senza che nessuno se ne sia accorto




La denuncia choc è stata resa nota dalla senatrice del M5S Paola Nugnes, componente della commissione bicamerale d'inchiesta sul ciclo dei rifiuti. 


Welfare Aziendale: la fine dello “Stato sociale” a danno del tuo salario !

IMPROVVISAMENTE, NEL BEL MEZZO DELLA CRISI, GOVERNO, DIREZIONI SINDACALI E AZIENDE SEMBRANO AVER TROVATO LA PENTOLA MAGICA: UN MODO PER DARE A TUTTI SENZA SCONTENTARE NESSUNO. E’ IL WELFARE AZIENDALE. IL GOVERNO DEFISCALIZZA, IL LAVORATORE INCASSA, L’AZIENDA CONCEDE. E’ VERAMENTE COSÌ? TUTTO IL CONTRARIO.

Il welfare aziendale è una tappa ulteriore nello smantellamento dello stato sociale. Non solo, è anche un attacco al tuo salario. Lentamente, ma inesorabilmente, le quote di welfare aziendale saranno considerate sostitutive degli aumenti salariali. Invece di soldi, riceverai fondi in “benefits”. Non solo si torna al pagamento in natura degli anni ’50, ma vieni legato a doppio filo all’azienda: se perdi il lavoro, perdi quote di servizi e assistenza.



Il welfare aziendale è un vero e proprio mercato dove operano grandi aziende, assicurazioni, una serie di soggetti che riescono a guadagnare da servizi come sanità, scuola, assistenza agli anziani.

martedì 23 maggio 2017

L’indipendenza della BCE è incompatibile con la Democrazia.

di Marco Zanni

«Ieri [17 maggio 2017, Ndr] in aula a Strasburgo, su iniziativa del gruppo ECR e dell’ottimo collega tedesco prof. Starbatty, si è dibattuto sui poteri della BCE, sulle sue prerogative e sul dogma dell’indipendenza della banca centrale. Ovviamente i rappresentanti dell’establishment hanno plaudito a Draghi e hanno difeso questo dogma anti-democratico.




Io sono intervenuto a nome del mio gruppo, e nel poco tempo a disposizione ho cercato di smascherare questa criminale credenza che sta alla base della restaurazione liberista occorsa in Italia e in Europa a partire dalla fine degli anni ’70.

La strage del politicamente corretto

A 25 anni esatti dall’attentato di Capaci contro Giovanni Falcone, vien da chiedersi, che fine abbiano fatto i giovani scesi in piazza a Palermo in quei giorni in cui tutte le istituzioni politiche erano di fatto state messe sotto accusa dalla società siciliana.

di Mauro Indelicato

Subito dopo le esplosioni sia di Capaci che di via D’Amelio, oltre alle scene che hanno riguardato i funerali dei giudici Falcone e Borsellino e degli uomini della scorta, da Palermo e dal resto della Sicilia in quei mesi di un quarto di secolo fa sono arrivate anche altre importanti testimonianze che parlavano di una gioventù siciliana in piazza ed in rivolta contro il potere statale, reo di non aver fatto abbastanza per allontanare lo spettro di cosa nostra dall’isola;



era stato coniato anche un termine, quello cioè della ‘rivoluzione delle lenzuola’, visto che come simbolo della protesta era stato scelto un lenzuolo bianco da appendere sui balconi con scritte contro la mafia.

lunedì 22 maggio 2017

Recuperare la Sovranità per realizzare la Democrazia sostanziale Costituzionale

Le risposte dei popoli ai massacri delle élite deve darsi un tono e un programma, ponendo al centro della lotta la battaglia del Lavoro e dell'indipendenza nazionale

di Antonio Martino

Il trionfo di bonbon Macron Oltralpe ha ridato grande speranza all’intero clero liberal-moderato, finalmente in grado di poter contare un trionfo nell’abaco dell’idiota tifo elettorale. Sulle conseguenze della scelta francese il tempo sarà galantuomo. Già da ora forniamo comunque ai nostri cugini un vigoroso in bocca al lupo per la doccia scozzese che l’enfant prodige- fabbricato a tavolino dal vispo Attali nell’atelier Rotschild- prepara con gaudio e letizia, fiero di offrire a Berlino e Francoforte gli scalpi di quella plebaglia che ancora non si rassegna a vivere da schiavi.



Un’epoca, la nostra, definitivamente al di là del bene e del male. Tutte le coordinate novecentesche sono state fatte saltare, in una continua e rovinosa corsa all’abisso che ha scalzato decenni di faticose conquiste sociali in un’orgia di deliri, menzogne e falsità.

"Basta ipocrisie sul Venezuela. Maduro come Allende: o con lui o con le destre violente"

Intervista a Giorgio Cremaschi (Eurostop): "Chi oggi dice che non c’è nessun parallelo possibile tra il Cile di Allende e il Venezuela di Maduro o è un mascalzone o un ignorante. Spesso entrambe le cose".

di Alessandro Bianchi

Nell'importante e partecipato momento di solidarietà al Venezuela bolivariano ieri pomeriggio a Roma a Piazza delle Cinque Lune, significativa è stata l'adesione di Eurostop. Abbiamo chiesto a Giorgio Cremaschi di spiegarci le motivazioni che hanno spinto una piattaforma che unisce diverse e importanti sigle politiche e sindacali a prendere questa decisione. 




"Il sostegno al Venezuela di Maduro segna una linea di cesura netta tra chi si oppone realmente alle forze globalista dell'ingiustizia sociale e al modello del neo-liberalismo con chi fa solo chiacchiere.

domenica 21 maggio 2017

Sponda negli Apparati dello Stato dietro i tanti Magistrati morti in Italia

A tre giorni dall'anniversario della strage di Capaci il presidente dell'Anm ricorda che sono 27 le vite di magistrati che la criminalità organizzata ha stroncato. "Neanche la Spagna dei Paesi Baschi che ha conosciuto il terrorismo - ha aggiunto l'ex pm di Mani pulite - conta le nostre stesse vittime e annovera tale fenomeno"

A tre giorni dall’anniversario della strage di Capaci il presidente dell’Anm ricorda che sono 27 le vite di magistrati che la criminalità organizzata ha stroncato. Azioni, avvenute non solo con il tritolo, che sono state possibili anche perché chi uccideva in qualche modo è stato agevolato.


"L’Italia è l’unico paese in Europa in cui – dice Piercamillo Davigo – sono caduti per mano della criminalità tanti magistrati e su questo ci dovremmo interrogare, ma il motivo è uno ed è accaduto perché chi delinque ha trovato sponde in alcuni apparati dello Stato“.


Marcia Perugia-Assisi M5S. Grillo: «Serve il reddito di cittadinanza»

In questa U.E, questo ci attende

La Grecia è ormai al collasso e la permanenza nell’Euro sta portando la nazione sull’orlo del baratro. Mancano i soldi anche per le analisi del sangue e i pazienti muoiono per interventi di routine.

L’austerity ha ormai messo in ginocchio la Grecia, che da anni arranca e cerca di non cadere nel baratro di disperazione da cui non riesce ad uscire. La crisi non accenna a rallentare e le finanze pubbliche sono ormai ridotte all’osso.



Dopo sette anni di politiche di austerity anche gli ospedali arrivano al collasso e le strutture sanitarie non hanno più soldi.
L’inchiesta svolta del The Guardian mostra chiaramente come la Grecia sia ormai alla disperazione, causata da politiche economiche errate.

sabato 20 maggio 2017

Quella Sinistra che ha tradito la Working Class

Senza la complicità della sinistra, e non solo quella socialdemocratica, il neoliberismo non avrebbe raggiunto un tale grado di penetrazione, di pervasione, di perversione.

di Sandro Vero

«Qualsiasi pensiero "responsabile", "moderno" e "realista",
ovvero conforme a tale razionalità, è caratterizzato
dall'accettazione preventiva dell'economia di mercato,
delle virtù della concorrenza, dei vantaggi della globalizzazione
dei mercati, dei vincoli ineludibili introdotti
dalla "modernizzazione" finanziaria e tecnologica.»

Pierre Dardot e Christian Lavalle, La nuova ragione del mondo.

Senza la complicità della sinistra, e non solo quella socialdemocratica, il neoliberismo non avrebbe raggiunto un tale grado di penetrazione, di pervasione, di perversione.



Le politiche, ad esso ispirate, della Thatcher e di Reagan dei primi anni '80 si sono perfezionate - si potrebbe dire compiute - con la third way di Blair, che ha cantato le lodi del mercatismo fino a farne il principio ispiratore di un'intera stagione di contro-riforme che ha smantellato una parte consistente della cultura del welfare, dei diritti del lavoro, della solidarietà sociale.